Il carbonio di Dream Therapy

Carbonio e argento: scudo da batteri e onde elettromagnetiche

Come proteggersi dall’infinita mole di radiazioni elettromagnetiche prodotte da elettrodomestici, cellulari e onde che si propagano nell’atmosfera? Nel 1836, un fisico britannico (Michael Faraday) scoprì che in un conduttore cavo, elettricamente carico, le cariche si concentrano sulla superficie esterna e non hanno alcuna influenza su ciò che si trova all’interno. Chi dorme nel Dream Therapy è naturalmente protetto dalle nocive radiazioni elettromagnetiche .

Il guscio del Dream Therapy è composto da cotone finissimo intrecciato a fibre di carbonio, un conduttore naturale che contribuisce anche a mantenere la temperatura corporea costante. Una pallina in ottone, collegata al filo dispersore, scarica a terra tutta la tensione dei campi magnetici circostanti , proteggendo così il nostro corpo dai dannosi campi elettromagnetici (Gabbia di Faraday). L’argento presente nella trama della stuoia Dream Therapy ha funzioni battericida, germicida, antiacaro.

Le caratteristiche morfologiche del carbonio creano una schermatura permanente che respinge le radiazioni elettromagnetiche. Le cariche elettrostatiche si generano con un meccanismo che, intuitivamente, è semplice: la frizione fra due oggetti può portare al trasferimento di elettroni da un oggetto all’altro producendo le fastidiose cariche elettriche che frequentemente ci disturbano. L’utilizzo del carbonio, intrinsecamente conduttore, permette la dispersione non nociva di queste cariche. L’effetto scudo ottenuto dalla gabbia di Faraday grazie alle fibre di carbonio, oltre a salvaguardare il corpo dall’elettrosmog, agisce da schermatura contro il magnetismo terrestre. La cosiddetta rete di Hartmann viene definita come una griglia di passo 2 m per 2.5 m ricoprente l’intero pianeta Terra e uscente radialmente da esso. Ogni intersezione di questa rete è un “nodo di Hartmann” o “punto cancro”, dal quale si generano alcune patologie definite “geopatie”.